ELETTRICIT

Combinazione di resistenze: Collegamento in Parallelo
 

Due o più resistenze si dicono in parallelo quando sono disposte una a fianco all'altra con i capi di destra (e di sinistra) collegati tra loro come in figura. Allora ai capi di ciascuna di esse c’è la stessa differenza di potenziale (d.d.p.).
Dalle leggi di Ohm e di Kirchhoff segue:

 

in un collegamento in parallelo il reciproco (inverso) della resistenza complessiva equivalente Rp è uguale alla somma dei reciproci (inversi) delle singole resistenze.

A differenza di quanto avviene nella combinazione di resistenze in serie, nel collegamento in parallelo abbiamo che:

  • la d.d.p. ai capi del sistema di resistenze è la stessa;
  • la corrente si divide fra le varie resistenze.

Sia I la corrente che scorre dal punto a al punto b; nel punto a la corrente si ripartisce fra i 3 (o più) resistori : I1 attraverso R1, I2 attraverso R2, I3 attraverso R3


Se applichiamo la legge di Ohm ad ogni singola resistenza avremo:


        

ma per la legge dei nodi la corrente totale è la somma delle singole correnti:


da cui segue la regola per la combinazione di resistenze in parallelo:


Ad esempio, nel caso particolare di due resistenze in parallelo si ha:

e quindi


Attenzione

Nel caso di resistenze in parallelo la resistenza complessiva è minore della più piccola resistenza singola.

Siccome ai capi delle resistenze in parallelo si ha la stessa d.d.p., avremo per la legge di Ohm

ossia

   etc.

cioè in un collegamento in parallelo le correnti stanno fra loro come l’inverso delle resistenze.

INDICE
CORRENTE ELETTRICA
CIRCUITI ELETTRICI
Resistenza Interna di un Generatore
Leggi di Kirchhoff
Resistenze in Serie
Resistenze in Parallelo
Partitori di Tensione
Misure di Corrente: Amperometro
Misura di Tensione: Voltmetro
Lavoro e Potenza Elettrica
Effetto Joule
Capitoli in formato Acrobat pdf
Capitolo I
Capitolo II




   COLLEGAMENTI
  AVANTI
  INDIETRO
  QUESITO
  APPLET
  INDICE ESPANSO
  HOME



Gray line
Copyright © ISHTAR - Ottobre 2003